Messaggi petroliferi di due mesi in mezzo alla domanda di recupero

22/5/2020

© Bloomberg 2020

Il petrolio è salito a livelli mai visti da quando i blocchi di Covid-19 hanno paralizzato la più grande economia del mondo, sollevata dai segnali di ripresa della domanda e dalla notizia di un valido vaccino contro il coronavirus.

I futures a New York sono saliti dell'8,1% lunedì, il livello più alto da metà marzo. L'utilizzo di petrolio cinese è a 13 milioni di barili al giorno, appena al di sotto dei livelli di un anno prima, hanno detto i commercianti e i dirigenti. Moderna Inc. ha riferito che i primi risultati promettenti di un vaccino sperimentale sono stati promettenti, che attenua i timori di una recrudescenza del virus e che offre la speranza che le economie possano riaprire in sicurezza.

"Dove avete visto casi di singole aziende che hanno riportato risultati positivi nei primi stadi iniziali per quanto riguarda qualsiasi tipo di vaccino, questo è stato ricevuto molto bene", ha detto Will Rhind, amministratore delegato di GraniteShares, in un'intervista telefonica. "Tutto ciò che porta a percepire un aumento della domanda è vantaggioso".

Il greggio West Texas Intermediate per la consegna di giugno si è regolato a premio sul contratto di luglio per la prima volta da gennaio. La struttura, nota come backwardation, suggerisce che le preoccupazioni sulla capacità di stoccaggio presso l'hub chiave di Cushing, Oklahoma, si stanno allentando.

I perforatori americani di scisto hanno ridotto al minimo gli impianti di perforazione in oltre un decennio e la Russia si è impegnata a rispettare rigorosamente i tagli record dell'OPEC+. Secondo i raffinatori, l'Arabia Saudita non ha dato volumi extra di petrolio a tre clienti asiatici che ne hanno fatto richiesta. Allo stesso tempo, le spedizioni di petrolio OPEC+ hanno visto una "sorprendente inversione di tendenza" a maggio, secondo la società di market intelligence Kpler. Le esportazioni sono diminuite finora di 6,4 milioni di barili al giorno questo mese, ha detto.

La domanda negli Stati Uniti dovrebbe aumentare man mano che terminano i blocchi. Virus hot spot New York aprirà una sesta regione martedì e ha esortato le principali franchigie sportive a riprendere a giocare senza tifosi, mentre il New Jersey permetterà ad alcune aree ricreative all'aperto e alle imprese di ricominciare alla fine di questa settimana.

Tuttavia, la domanda è ancora nella sua fase nascente di recupero e il suo rimbalzo è fragile. Il petrolio è sceso di circa il 48% quest'anno e, mentre si stanno facendo progressi verso un vaccino, le preoccupazioni per una seconda ondata del virus incombono ancora sul mercato.

I prezzi:
Il WTI per la consegna di giugno, che scade martedì, è salito di 2,39 dollari per stabilirsi a 31,82 dollari a New York. Il contratto più attivo di luglio è salito di 2,13 dollari a 31,65 dollari al barile.
Brent per la liquidazione di luglio ha avanzato da 2,31 a 34,81 dollari.

Il recupero della domanda è "positivo praticamente su tutti i fronti", Stewart Glickman, analista del settore energetico presso la CFRA Research di New York. "Il problema diventa cosa succede se la riapertura dell'economia porta a una seconda ondata di casi e poi si ha un cricket back dove tutti devono riaccaprire".

Leggi di più: https://www.bloombergquint.com/markets/oil-rises-above-30-as-deep-production-cuts-rebalance-market

Insights